News

Oggi vi presentiamo la Signora Giovanna Rabbiosi, per gli amici "La Giò", che a 51 anni, dopo aver frequentato e superato con successo il corso tenuto da Tito Baldelli, può dire con orgoglio di essere la prima donna in Valtellina al volante di uno dei nostri nuovissimiIVECO 400 NP, alimentato a gas naturale liquefatto.
Con grande emozione Giovanna è partita ieri per il suo primo viaggio a bordo di uno dei 36 veicoli a basso impatto ambientale che attualmente compongono la flotta del progetto LNG Valtellina Logistica Sostenibile.
Figlia di un camionista, mamma e nonna, Giovanna svolge la professione di autotrasportatore da 12 anni e dichiara a gran voce il suo entusiasmo per l'occasione che il Gruppo Maganetti le sta offrendo, noncurante dei pregiudizi, ancora molto presenti in Valtellina, sul fatto che una donna possa davvero svolgere al meglio questo lavoro.

Siamo alla ricerca di nuovi autisti che guidino i veicoli della nostra flotta di nuova generazione.

Caratteristiche dell’offerta lavorativa:

  • trasporto nazionale con bilico centinato o frigorifero non ADR
  • lavoro infrasettimanale
  • contratto di lavoro italiano a tempo indeterminato con periodo di prova
  • disponibilità immediata

In Europa le biomasse stanno diventando sempre più rappresentative nello sviluppo e nella crescita di un modello economico sostenibile.
Per biomasse intendiamo tutte quelle componenti organiche (rifiuti vegetali e liquami di origine animale) atte alla produzione di materiali e prodotti chimici, energetici, farmaceutici, innovativi ed ecosostenibili.
Se fatte fermentare, le biomasse consentono la produzione di biogas: una fonte di energia alternativa costituita prevalentemente da metano ed anidride carbonica.

L’etica che fa strada, di strada ne ha già fatta parecchia… e in pochissimo tempo!

Infatti, dal primo aprile 2016, data di avvio del progetto "LNG Valtellina Logistica Sostenibile", i veicoli della nostra flotta hanno già percorso 1.352.660 Km.

Una cifra di sicuro interesse, soprattutto se associata ai corrispondenti valori in termini di sostenibilità che il progetto ha potuto stimare alla fine questo suo primo anno di vita: 

Nell’ambito dei trasporti, quando si parla di sostenibilità il pensiero va subito alle auto elettriche.
Tuttavia, esistono delle alternative in grado di diminuire sensibilmente le emissioni, disponibili già nel breve periodo, ma meno prese in considerazione nei piani di mobilità: una di queste è il BIOMETANO.

Ma che cos’è?

Il biometano è un biocombustibile prodotto da fonti rinnovabili attraverso un processo di purificazione e upgrading del biogas. Può essere ottenuto sia dalle acque reflue, sia dagli scarti di biomasse di origine agricola, sia dalla frazione organica dei rifiuti solidi urbani della raccolta differenziata.