News

Recentemente, grazie al progetto LNG Valtellina, il Gruppo Maganetti Spa ha ottenuto il Marchio di Logistica Sostenibile, diventando la prima realtà aziendale a poter disporre di tale riconoscimento sui propri mezzi.
L’assegnazione è avvenuta in seguito al percorso di validazione previsto dal protocollo operativo, ideato da SOS LOGistica e da Lloyd’s Register.
A detta dell’A.D. Matteo Lorenzo De Campo, si tratta di una grande soddisfazione, nonché di un passo importante per un‘azienda che, da sempre, si impegna a portare avanti innovazione e visione a lungo termine, in un mercato spesso troppo concentrato solo sul presente.

 

E' in programma per il prossimo 13 luglio, a Tirano, un evento tutto dedicato alla logistica sostenibile.
Si tratta del workshop "Le opportunià di una Logistica Sostenibile", promosso da Maganetti Spediazioni Spa, Lloyd’s Register e SOS LOG - associazione per la logistica sostenibile.
L'incontro affronterà, attraverso la presentazione di case studies reali, le principali tematiche che ruotano attorno a questo mercato, con un focus sulle possibilità per i professionisti del settore e sui nuovi scenari possibili a fronte di una sempre più diffusa sostenibilità operativa delle aziende.

Ieri, 23 maggio, nel corso della 29esima edizione di FORUM PA, LNG Valtellina Sostenibile è stato fra i 100 progetti vincitori del “Premio PA sostenibile”, organizzato da FPA in collaborazione con ASviS (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile) per valorizzare iniziative e prodotti innovativi e in linea l’"utopia sostenibile".
La challenge aveva ottenuto ben 258 candidature (ritenute valide), tutte pubblicate sul sito forumpachallenge.

 

Tra gli obiettivi dell’Agenda 2030, il numero 11 parla di città e comunità sostenibili, e, in particolare, si focalizza su alcune tematiche care al progetto LNG, come la mobilità urbana e la qualità dell’aria.
Dall’ultimo Rapporto ASviS, che esamina nello specifico la situazione Italiana, è emerso uno scenario invariato rispetto al 2016: la popolazione, anche quella urbana, continua infatti ad avere difficoltà di accesso al servizio pubblico e l’auto e la moto prevalgono di gran lunga come mezzi di spostamento prioritari. In questo senso, l'Italia è ancora ben lontana dagli standard europei per la mobilità sostenibile.
Per contribuire al raggiungimento dei traguardi al 2030 e al 2050, l’obiettivo intermedio per le aree urbane è quello di ridurre almeno del 50% il totale degli spostamenti effettuati con l’auto, rispetto alle altre forme di mobilità entro il 2020.

La nostra flotta è in continua evoluzione.
Per contratto a tempo determinato, siamo alla ricerca di autisti da inserire alla guida dei nostri veicoli LNG di ultima generazione.