News

Il Covid-19 e le misure di contenimento applicate dai diversi Paesi sono sempre al centro dell'attenzione, in queste settimane. Un momento complicato e doloroso per molte zone d'Italia, a partire dalla Lombardia.
Ma da questa situazione tanto difficile arriva anche anche un'indicazione – un'altra, se mai ce ne fosse stato bisogno – sulla direzione da prendere per il futuro.
In Cina e nel Nord Italia, infatti, già nelle prime settimane di “lockdown” sono calati emissioni e inquinamento atmosferico, come mostrano i dati rilevati da enti come Ispra, Esa, Nasa. Segno che le scelte del mondo dei trasporti e della logistica sono fondamentali per contrastare il cambiamento climatico. 

Cresce l'attenzione in tutta Europa sui progetti per tagliare drasticamente le emissioni di Co2 nel mondo dei trasporti e della logistica: protagonisti, il gas naturale e soprattutto il biometano, una soluzione concreta e percorribile per puntare ad un sistema carbon free.
Pochi giorni fa infatti l'Eba, la European Biogas Association, e la Ngva Europe, la Natural & bio Gas Vehicle Association, hanno presentato un appello congiunto all'Unione Europea insieme ai produttori di automobili e veicoli, affinché le istituzioni comunitarie intensifichino l'impegno su questo fronte. 

Un traguardo raggiunto con tanto lavoro, l'avvio di una nuova avventura. Il Gruppo Maganetti ha ottenuto la certificazione ufficiale e diventa così la quinta B Corp della provincia di Sondrio, la prima in Europa nel settore della logistica. B Corp, cioè B Corporation: aziende che stanno riscrivendo il modo di fare impresa, perché giorno dopo giorno la loro attività economica crea un impatto positivo su persone e ambiente, continuando a generare profitto. Come? Lavorando in modo responsabile, sostenibile e trasparente, per un obiettivo più alto del semplice guadagno.

L’inquinamento atmosferico, dentro e fuori le nostre case, rende velenosa l’aria che respiriamo, in modo persistente.
L’aria è un bene fondamentale per la sopravvivenza dell’uomo e dell’ambiente in cui vive e la sua composizione ideale dovrebbe essere costituita da un mix di azoto (78%), ossigeno (21%) e argon (1%). In realtà, oltre ad essi, ogni giorno respiriamo anche un insieme di gas e sostanze inquinanti, in larga parte prodotti da attività umane. 

Maganetti è sempre in movimento, soprattutto sul fronte della sustainability, e proprio nelle ultime settimane lo storico Gruppo valtellinese si è distinto ancora una volta come impresa responsabile, fortemente orientata al perseguimento di obiettivi concreti a favore della sostenibilità ambientale.

In prima battuta, lo scorso 29 novembre, l’AD Matteo Lorenzo De Campo ha preso parte alla Giornata Nazionale delle Società Benefit: il primo evento italiano dedicato interamente alle Benefit Corporation, e organizzato da Assobenefit per dare voce alle esperienze di queste imprese di nuova generazione, sempre più diffuse anche nel nostro Paese.