Con il Cib si parla di “Biogas fatto bene” e il progetto targato Gruppo Maganetti – Cooperativa Speranza non poteva mancare all'appello. In questi giorni il Consorzio Italiano Biogas ha lanciato l'edizione 2020 del BDR Tour, che con visite alle strutture, incontri, webinar e dirette via social network vuole accendere i riflettori sui progetti dedicati a biogas e biometano. 
Al centro dell'attenzione, gli aspetti tecnici degli impianti, i riflessi positivi per l'ambiente della produzione di biogas e biometano dagli scarti di allevamenti e colture, le strategie innovative che le aziende agricole possono studiare per il futuro. 

Proprio la prima tappa del BDR Tour ha toccato una struttura che conosciamo bene, nel Gruppo Maganetti: l'impianto di Candiolo, in provincia di Torino, dove la Cooperativa Speranza produce biogas, che poi viene trasformato in biometano liquefatto con recupero dell'anidride carbonica.

Con la Cooperativa Speranza, infatti, l'anno scorso – con la collaborazione proprio del Cib - abbiamo sottoscritto un accordo di filiera per produrre il biometano liquido da deiezioni animali e residui della produzione agricola. L'intesa consente la produzione annuale di 2000 tonnellate di metano liquefatto, pari a più del 100% dell’attuale fabbisogno della flotta LNG, Valtellina Logistica Sostenibile, e ad una percorrenza di 7 milioni di chilometri.

È un esempio virtuoso di economia circolare: lo scarto di un'attività diventa fonte di energia rinnovabile per un altro settore. Non solo: per noi del Gruppo Maganetti è un modo per contribuire a decarbonizzare il mondo dei trasporti, per gli agricoltori e allevatori della Cooperativa Speranza è una soluzione che apre nuove prospettive economiche e di sviluppo.

Il BDR Tour sta proseguendo anche in questi giorni e si concluderà il 5 ottobre, dopo un viaggio sui territori – con tutte le precauzioni anti-contagio – messo a disposizione di tutti attraverso i canali online.