La crisi climatica non è un gioco, è la sfida fondamentale che l'umanità deve affrontare. Ma giocando si può ragionare insieme, imparare a conoscere il problema, costruire consapevolezza. È l'obiettivo del gioco da tavolo Pachamama, pensato per educare e sensibilizzare sui temi ambientali: l'obiettivo è salvare la Madre-Terra minacciata dal cambiamento climatico, collaborando e mettendo in campo le giuste strategie.

Il progetto è un'idea di zeroCO2 e il Gruppo Maganetti ha deciso di partecipare come partner, perché anche in questo modo vogliamo dare il nostro contributo per far crescere la cultura della sostenibilità e la consapevolezza sul cambiamento climatico. Temi che da anni sono al centro di tante azioni concrete per lo sviluppo dell'azienda, con gli interventi del Progetto LNG per abbattere le emissioni dei camion e con la certificazione di BCorp. Nasce così la nostra carta all'interno del gioco, incentrata – ovviamente – sul mondo della logistica e dei trasporti e sul percorso per renderli davvero sostenibili.

Pachamama – la Madre Terra nella cultura Inca, scelta come icona della sostenibilità – mette i giocatori di fronte alle sfide che l'umanità dovrà affrontare per contrastare la crisi climatica. Ogni partecipante “governa” un'area e deve scegliere una serie di azioni e strategie, che avranno degli effetti ambientali ed economici sul pianeta. Turno dopo turno, il tempo passa e la temperatura sale: si vince se si riesce a fermare il riscaldamento del pianeta. Un obiettivo che si può raggiungere solo insieme, collaborando, perché a decidere l'andamento del gioco è la somma delle azioni di ciascun partecipante. Proprio come nel mondo reale il cambiamento climatico si può contrastare soltanto se l'umanità si unisce per questo obiettivo comune, che investe tanti ambiti interconnessi fra loro.