News

I rappresentanti di “LNG Valtellina Logistica Sostenibile” in prima linea lo scorso lunedì fra i relatori della conferenza nazionale organizzata da Legambiente “La nuova frontiera del Biometano, sviluppo, prospettive e opportunità per la lotta ai cambiamenti climatici e l’economia circolare in Italia”, che si è tenuta presso il CNR di Bologna.

Obiettivo dell’incontro, illustrare e valorizzare le esperienze imprenditoriali virtuose già attive e in fase di ulteriore crescita nel territorio italiano.

Fra queste anche l’ambizioso progetto ideato e sviluppato dal Gruppo Maganetti, che con una flotta

1 stazione di rifornimento a Gera Lario, 12 Iveco Stralis 330NP, 24 Iveco Stralis 400NP, 1440 (40 per ogni camion) nuove piantine che in parte sono state e saranno messe a dimora in tutti i comuni della provincia di Sondrio che ne faranno richiesta, un nuovo scuolabus Iveco funzionante a metano gassoso per il comune di Gera Lario e una Tesla Model S come auto di rappresentanza aziendale. Ammonta già a oltre 4 milioni di euro l’investimento, ad oggi stanziato, per la realizzazione del progetto “LNG, Valtellina Logistica Sostenibile”, fortemente voluto dallo storico Gruppo Maganetti di Tirano in collaborazione con Sanpellegrino. 3 le realtà industriali primarie nel panorama internazionale già coinvolte in maniera significativa, altre 4 stanno valutando il progetto con grande interesse. Una stimolante sfida quella del progetto LNG che si sta arricchendo di importanti tasselli.

Dopo l’inaugurazione della flotta dei 12 veicoli commerciali funzionanti a Gas Naturale Liquefatto “LNG Valtellina” cresce ancora. E lo fa su più fronti. Il progetto prevede infatti la piantumazione di 480 alberi, 40 per ogni veicolo LNG, al fine di azzerare l’impatto ambientale prodotto, nei prossimi 5 anni, dai mezzi pesanti.